Home » Buongiorno Umbria » Lettera di benvenuto del Commissario Regionale

Lettera di benvenuto del Commissario Regionale

Prof. Antonio Rulli

Dopo 15 anni di Volontariato locale, nel Dicembre 2008 il Prof. F. Schittulli Presidente Nazionale della Lilt, ha voluto onorarmi della carica di Commissario della Regione Umbria della Lilt e Commissario della Sezione Provinciale di Perugia.

Da sempre mi ero chiesto perché la Lilt non avesse mai avuto in Umbria, fatta una piccola eccezione per Terni, la visibilità che meritasse.

Responsabili Lilt regionali di volta in volta sono stati illustri cittadini : R. Silvestrini, M. Pitzurra, V, Mastrandrea…ma , forse, in presenza di un volontariato locale molto efficiente l’organizzazione nazionale non è riuscita a differenziarsi.

Nell’accettare il gravoso compito ho cercato di seguire una strada diversa.

La Lilt è l’unico  Ente Pubblico, su base associativa, esistente in Italia con la specifica finalità di combattere il cancro. Opera sotto l’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica e la vigilanza del Ministero della Salute.

La “mission” quindi che caratterizzerà il mio mandato è quella di costruire rapporti stabili e proficui con gli Enti Pubblici della nostra Regione, così infatti sono stati i miei primi passi:

-          convenzione con la Provincia di Perugia per i diritti e la dignità del pz, oncologico;

-          convenzione con le Farmacie AFAS del Comune di Perugia, che rappresentano per professionalità e diffusione nel territorio il nostro “braccio armato” della prevenzione;

-          collaborazione con la Regione dell’Umbria sul Progetto Ministeriale Screenig che, nello specifico interesserà la Sezione Provinciale di Terni.

-          collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia nel campo della ricerca e della didattica;

-          collaborazione con L’Azienda Ospedaliera di Perugia, Polo Unico Regionale, per l’umanizzazione del percorso assistenziale del paziente oncologico;

In concreto, nel corso di questi primi mesi, siamo riusciti a realizzare:

-          ambulatorio anti fumo individuale;

-          ambulatorio senologico con accesso a esami strumentali (eco-mammografie)

-          umanizzazione della nuova Senologia del polo Unico Ospedaliero di Perugia;

-          rete informatica (BUN) che integra il complesso percorso della paziente affetta da neoplasia al seno;

-          due Assegni di Ricerca (co finanziati dall’Università di Perugia) per ricercatori che vogliono approfondire le problematiche della patologia neoplastica;

-          sponsorizzazione del Fumetto SuperAdo per la campagna contro il melanoma;

-          sito web legatumoriumbria.it

-          link della Lilt sulla home page di Università di Perugia, Azienda Ospedaliera di Perugia e Provincia di Perugia.

Molto ancora dobbiamo realizzare ma spero che i Cittadini dell’Umbria, sensibilizzati in questi mesi a conoscere la Lilt, ci siano vicino e ci aiutino a raggiungere obiettivi sempre più importanti in campo oncologico.

comment closed