Torna alla Home - Immagine rappresentativa del sito LILT Umbria

Select Page

Autore: lilt-admin

Nuove frontiere nella diagnosi e nel trattamento personalizzato del cancro della mammella: la firma genetica

Una svolta epocale è stata realizzata presso il Polo Unico Ospedaliero Universitario di Perugia. Venerdì 26 ottobre, alla presenza della Presidente della Giunta Regionale C. Marini, del Magnifico Rettore Prof. F. Bistoni, del Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia Dr. W. Orlandi, il Prof. Antonio Rulli ha presentato la nuova strumentazione per la lettura intraoperatoria del Linfonodo Sentinella nelle donne affette da neoplasie al seno. Tale strumentazione, acquistata dall’Azienda Ospedaliera, consentirà di evitare il secondo intervento chirurgico alle donne con LS positivo, di ridurre i costi del secondo ricovero, di migliorare il “timing” delle terapie adiuvanti. Ma anche un’altro aspetto è fondamentale per la ricerca contro il cancro al seno. Infatti la strumentazione cambia in modo radicale la metodica di studio delm LS passando dalla lunga e laboriosa lettura immunoistochimica a quella, più rapida,  bio molecolare (genetica). Inoltre con la nuova metodica sarà possibile, in circa 30 minuti, analizzare l’intero linfonodo. E’ una svolta epocale. La presenza del Magnifico Rettore inoltre ha sancito l’avvio del Centro di Genomica dell’Università per il gennaio del 2013. Tale conferma ci lascia ben sperare che la genetica entri sempre di più nella pratica clinica e ci consenta di migliorare ulteriormente l’ottima sopravvivenza che in Umbria abbiamo per questa grave e frequente malattia. Oggi rimane ancora un 15 – 20 % di donne su cui abbiamo difficoltà a raggiungere risultati terapeutici importanti e la...

Read More

Il Dragon Boat sul Lago Trasimeno

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) è l’unico Ente Pubblico esistente in Italia con la specifica finalità di combattere il cancro attraverso la prevenzione. Opera, senza fini di lucro, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e sotto la vigilanza del Ministero della Sanità. Si articola in Comitati Regionali di Coordinamento. L’impegno della LILT nella lotta contro i tumori si dispiega principalmente su tre fronti: la prevenzione primaria: stili e abitudini di vita; quella secondaria: promozione di una cultura della diagnosi precoce; quella terziaria : attenzione verso il malato, la sua famiglia, la riabilitazione e il reinserimento sociale. La letteratura scientifica nazionale ed internazionale ha univocamente confermato che sane abitudini alimentari e corretti stili di vita sono un efficace strumento di prevenzione oncologica. Oltre un terzo dei tumori ed altre malattie croniche degenerative, infatti, non si svilupperebbero se riuscissimo a mettere al centro della nostra vita quotidiana una dieta salutare ed equilibrata, eliminando il fumo, riducendo il consumo di alcol, l’esposizione imprudente ai raggi solari e programmando attività fisica. Corretti stili di vita, unitamente ad azioni di diagnosi precoce, possono portare a guarigione oltre l’80 % delle persone che si ammalano di tumore. Inoltre  alla Dieta Mediterranea – ricca di frutta fresca, di verdura e povera di grassi – viene riconosciuto il ruolo di “regina della prevenzione” e patrimonio UNESCO. L’ importanza di una costante...

Read More

Finanziamento di 127.500,00 euro al progetto di ricerca sul carcinoma mammario alla Sezione Provinciale di Perugia

La Lilt Nazionale ha approvato il progetto di ricerca della Sezione Provinciale di Perugia sulla genetica del carcinoma mammario. I fondi provengono dal Ministero della Salute: 5 x 1000 anno 2012. _______ Leggi la presentazione del progetto “Nuove frontiere nella diagnosi e nel trattamento personalizzato del cancro della mammella: la firma genetica” (richiede Adobe...

Read More

Settimana Nazionale Prevenzione Oncologica 2015: la prevenzione sconfigge il cancro, passa parola

Con questo slogan si apre la campagna della LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI riguardante la XIV edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. Istituito con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, l’evento ha come obiettivo la corretta informazione e sensibilizzazione in tema di Prevenzione che, come noto, rappresenta l’arma vincente contro i tumori. La letteratura scientifica nazionale ed internazionale ha univocamente confermato che sane abitudini alimentari e corretti stili di vita sono un efficace strumento di prevenzione oncologica. Oltre un terzo dei tumori ed altre malattie croniche degenerative, infatti, non si svilupperebbero se riuscissimo a mettere al centro della nostra vita quotidiana una dieta salutare ed equilibrata, eliminando il fumo, riducendo il consumo di alcol, l’esposizione imprudente ai raggi solari e programmando attività fisica. Corretti stili di vita, unitamente ad azioni di diagnosi precoce, possono portare a guarigione oltre l’80 per cento delle persone che si ammalano di tumore. Inoltre  alla Dieta Mediterranea – ricca di frutta fresca, di verdura e povera di grassi – viene riconosciuto il ruolo di “regina della prevenzione” e patrimonio UNESCO. L’ importanza di una costante attività fisica, infine, è ormai un dato inconfutabile, utile ad allontanare il rischio obesità ed a prevenire molteplici patologie. Alcuni studi attestano che le persone fisicamente attive hanno un’aspettativa di vita superiore di oltre 6 anni rispetto ai cosiddetti sedentari. Il comitato LILT...

Read More

La prevenzione sconfigge il cancro. Passaparola!

XIV edizione Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 20 – 29 marzo 2015 Con questo slogan si apre la campagna della LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI riguardante la XIV edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. Istituito con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, l’evento ha come obiettivo la corretta informazione e sensibilizzazione in tema di Prevenzione che, come noto, rappresenta l’arma vincente contro i tumori. La letteratura scientifica nazionale ed internazionale ha univocamente confermato che sane abitudini alimentari e corretti stili di vita sono un efficace strumento di prevenzione oncologica. Oltre un terzo dei tumori ed altre malattie croniche degenerative, infatti, non si svilupperebbero se riuscissimo a mettere al centro della nostra vita quotidiana una dieta salutare ed equilibrata, eliminando il fumo, riducendo il consumo di alcol, l’esposizione imprudente ai raggi solari e programmando attività fisica. Corretti stili di vita, unitamente ad azioni di diagnosi precoce, possono portare a guarigione oltre l’80 per cento delle persone che si ammalano di tumore. Inoltre  alla Dieta Mediterranea – ricca di frutta fresca, di verdura e povera di grassi – viene riconosciuto il ruolo di “regina della prevenzione” e patrimonio UNESCO. L’ importanza di una costante attività fisica, infine, è ormai un dato inconfutabile, utile ad allontanare il rischio obesità ed a prevenire molteplici patologie. Alcuni studi attestano che le persone fisicamente attive hanno un’aspettativa di...

Read More

Campagna "NASTRO ROSA" 2013

Anche quest’anno la Lilt, nel mese di ottobre, darà vita alla Campagna Nastro Rosa che prevede, tra l’altro: visite senologiche gratuite pesso la Sede di Perugia in Via R. Gallenga n° 4. Telefono: 075 5004290; illuminazione della Fontana Maggiore del Centro Storico  e l’ingresso del Polo Unico Ospealiero di Perugia; distribuzione di materiale informativo; convegni per la popolazione...

Read More

Prima di andare in vacanza….passa alla Lilt

Comitato Regione Umbria COMUNICATO STAMPA 1° CAMPAGNA DI PREVENZIONE I DERMATOLOGI UMBRI CONTRO IL MELANOMA La Lega Italiana per la Lotta ai Tumori (LILT), Comitato Regione Umbria, insieme all’Associazione Umbra “NO AL MELANOMA” ONLUS tornano a richiamare l’attenzione della cittadinanza di Perugia e dell’Umbria sul ruolo essenziale che riveste la prevenzione nell’ambito dell’oncologia dermatologica in primis il melanoma. Il melanoma è il più aggressivo dei tumori della pelle. Tumori anche di piccole dimensioni, infatti, possono avere un decorso molto grave. L’incidenza, che è in progressivo aumento in tutto il mondo negli ultimi decenni, viene imputata in parte alla crescente, eccessiva esposizione al sole. Nel nostro paese ci sono annualmente 13.000 nuovi casi di melanoma; in pratica ogni 100 nuovi tumori 3.5 sono melanomi, con 1.700 decessi all’anno dovuti alla malattia. Ancora più grave la constatazione che negli ultimi trent’anni le nuove diagnosi di melanoma sono cresciute del 237%, e che l’età delle persone colpite si sta abbassando drasticamente. Il melanoma colpisce prevalentemente soggetti di età compresa tra i 30 ed i 60 anni e di classe sociale medio – alta, ed è decine di volte più frequente nei soggetti caucasici rispetto alle altre etnie. Nella nostra regione, approssimativamente, possiamo stimare un’incidenza annua di almeno 130 nuovi casi di melanoma; in realtà la presenza di centri di elevata specializzazione, interagenti in una rete oncologica regionale, fa si che esista una...

Read More